Bienvenidos a Miami!

L’avventura continua nella splendida cornice di Miami…è l’ultima settimana del nostro meraviglioso e indimenticabile viaggio e gia’ cominciamo a sentire la nostalgia di un paese così pieno di sorprese come l’America.

Qui ad accoglierci e  ospitarci ci aspettano Zia Carla e i miei cari cugini Matteo, Bea e Nicolo’ che in tempi e in modalita’ differenti hanno saputo allietare la nostra permanenza in Florida e soprattutto ci hanno fatto sentire un po’ come a casa ( grazie ancora!).

La prima giornata qui a Miami l’abbiamo trascorsa in compagnia di Carla e Matteo alla bellissima spiaggia di Fort Loderdale.

Il giorno seguente io e Mario siamo partiti alla volta delle isole Keys fermandoci a pernottare in un resort molto carino presso l’isola di Marathon…incluso nel prezzo della camera c’era l’uso di un kayak che senza troppa esitazione abbiamo utilizzato per le nostre prime esplorazioni del luogo.

Il giorno successivo l’abbiamo passato sull’isola principale dell’arcipelago, l’ultima e non per importanza e la piu’ vicina a Cuba: Key West.

Qui Originalita’ e turismo di massa sono le parole chiave..io personalmente credo che prevalga la prima, forse a causa dei gatti a sei dita che abitano l’originale villa dello scrittore Hamingway o i numerosi galli e che scorrazzano per le strade assolate o aspettano speranzosi qualche briciola da sotto al tavolo dei ristoranti all’aperto!

Rientriamo a Miami e subito ci aspetta una piacevole serata a casa della cugina Bea offertasi di cucinare un’ottima cena per noi. La serata è trascorsa piacevolmente e che buone cose abbiamo mangiato!!!!

L’uragano Irene ha arrecato poco disturbo …speravamo che spazzasse via l’aereoporto impedendoci di tornare ma purtoppo si è limitato a una giornata di pioggia che ci ha visti impegnati in esperimenti culinari nel tentativo di assemblare una cena per Zia, Bea e Matteo.

E dulcis in fundo oggi, ultimo giorno a nostra disposizione siamo andati a visitare Miami Beach ( abbiamo anche visto da fuori la bellissima villa di Versace) dopo aver passato a salutare il cugino Matteo presso il campus universitario…e poi a casa per un’ultima cena insieme a Carla e Teo  che insieme a tutti gli altri ci mancheranno…Domani ci aspetta una lunga giornata di viaggio…è ora di andare a dormire…buona notte….

🙂

Annunci
Pubblicato in Viaggio di nozze in USA | Lascia un commento

Walt Disney (water)World

Lake Buena Vista è una delle due municipalità della Florida controllate per legge dalla Walt Disney Company, l’altra è Bay Lake. I suoi soli cittadini residenti sono dipendenti della Disney, e tutte le proprietà terriere sono direttamente o indirettamente controllate dalla compagnia. Noi ci arriviamo di sera per infilarci in uno dei tantissimi hotel della zona, già stracolmo di famiglie con bimbi di ogni età al seguito.

Anche tenedo condo della stravagnaza degli USA, il fatto che siamo vicini ad un posto studiato per affascinare e incantare TUTTI si fa sentire sin da fuori: per cena al ristorantino stile messicano vicino all’hotel ci portano una mergarita “della casa” in formato maxi.

Giorno dopo sveglia presto, non vogliamo fare code per goderci la giornata di parco. Ma quale? Magic Kingdom, Epcot, Disney’s Hollywood Studios e Disney’s Animal Kingdom… and the winner is… il parco a tema cinema. Alla cassa ci hanno quasi rimproverato per non aver scelto di visitare il Magic Kingdom. Whatever.

Nel parco ci sono una serie di attrazioni a tema cinema e animazione come il divertente ma breve simulatore di volo ambiantato nell’universo di Star Wars e poi ci sono dei mini tour/spettacolo dove ti spiegano come vengono creati alcuni effetti speciali e fanno partecipare alcuni spettatori ad una breve scena di azione. Poi ci sono spettacoli veri e propri come quello degli stunt di Indiana Jones o le acrobazie con le auto o il Cirque du Soleil (che non abbiamo potuto vedere).

Questa giornata molto divertente è stata bruscamente interrotta da un acquazzone estivo come non lo avevamo mai visto prima. Tra l’altro non potevamo aspettare che spiovesse perchè dovevamo rimetterci in marcia e quindi abbiamo preso una lavata “da cinema” senza l’ausilio degli effetti speciali.

Pubblicato in Viaggio di nozze in USA | Lascia un commento

Savannah, GA

Poco da dire su Savannah, perhè ci siamo stati per poco tempo. Degne di nota, tra le altre cose, un vegetale che cresce e pende dagli alberi della città (Spanish moss), rendendoli alquanto spettrali e il posto dove fu girata la scena sulla panchina nel film Forrest Gump.

Pubblicato in Viaggio di nozze in USA | Lascia un commento

Fumo, anche negli occhi

Scopriamo che Boone, NC è una piccola gemma tra le creste delle Blue Ridge Mountains. Città universitaria frequentata da giovani e meno giovani hippie; con un supermarket di soli prodotti bio, locali di vario genere e circondata da una serie di itinerari escursionistici e da due zone boulder. Aria buona, cibo buono, gente simpatica. Mica male.

Dopo un paio di giorni tra i monti lasciamo la ridente cittadina universitaria piena di hippie montanari con un po’ di dispiacere e ci dirigiamo verso i calumet della città di Cherockee. Tutta un’altra storia: la comunità di indiani ha ricostruito un villagio antico per mostrare ai visitatori come i loro avi vivevano prima della guerra. Oltre a questo hanno costruito anche un casinò ed una miriade di negozi di souvenir, nei quali si possono comperare cianfrusaglie di ogni genere.

Una sera siamo andati a vedere il casinò: all’interno si entra in uno spazio onirico dove non si capisce più se sia giorno o notte e dove se non si sta attenti non si riesce a trovare l’uscita. Tutto quello sche si riesce a vedere è un labirinto fatto di slot machine e di vecchiette accanite che sembrano ipnotizzate dalle macchine… il tutto fa un po’ paura.

Abbiamo alloggiato a Bryson City, a 10 min dagli indiani, in una cittadina al confine con il parco delle Great Smoky Moountains. Qualche giro tra i senteri del parco ce lo siamo concessi. Durante una camminata abbiamo scoperto una cosa divertente: lì vicino c’è un fiume che per una parte può essere percorso dentro ad una camera d’aria gigante che si può noleggiare. Era pieno di genitori che seguivano un po’ divertiti e un po’ preoccupati, i pargoli trascinati a valle dalla corrente.

Anche il tempo di Cherokee e di Bryson scade, ci dobbiamo rimettere in marcia! Savannah, GA ci aspetta per una rapida visita. In effetti è da lì che scrivo. Savannah è una bella cittadina sulle rive dell’omonimo fiume. Un fiume piuttosto grande, navigabile, dalle porta container. Ne abbiamo viste passare due, questa sera mentre cenavamo.

Domani faremo un’altra rapida incursione in città, poi si riparte, devo mantenere la promessa 🙂 , dopodomani arriveremo a Lake Buena Vista vicino a Orlando e al parco Disney.

Pubblicato in Viaggio di nozze in USA | 4 commenti

Jebediah Obadiah Zachariah Jedediah Springfield (Days 14 to 16)

Lasciamo quello squallido motel la mattina di buon’ora e dopo poca statale rientriamo nella splendida Blue Ridge Parkway. La velocità media è di circa 45 miglia orarie e ci aspettano ore di viaggio (8 per la precisione), però siamo circondati dal bosco ed ogni tanto ci si ferma in punti panoramici o di ristoro. Degni di nota, lungo la strada, incontriamo un vecchio mulino tenuto in funzione dai ranger del parco ed il museo dedicato alla musica bluegrass con tanto di jam session composta da appassionati e viandanti.

In serata arriviamo a Boone, NC dove rimarremo per quattro giorni, prendendci il tempo per rilassarci e fare qualche escursione tra la montagne.

Commenti
Qualcuno ci fa notare che ha difficoltà a lasciare commenti: c’è una funzione di moderazione che non riusciamo a disattivare. Se volete lasciare un commento e non avete un’account di wordpress.com, potete comunque farlo inserendo cliccando il rettangolo con scritto “guest” appena sotto il riquadro dei commenti. Altrimenti è possibile, sempre cliccando sotto il riquadro del commento, acedere con l’account di twitter o facebook.

Pubblicato in Viaggio di nozze in USA | 3 commenti

Non è un paese per vecchi (Day 13)

Ed ecco il secondo post di oggi. Fuggendo da Javier Bardem.

Questa mattina siamo partiti da Washington, DC per raggiungere ( finalmente! 😉 ndMario ) il parco nazionle delle Great Smoky Mountains; per farlo abbiamo scelto un itinerario di circa otto ore che corre parallelo ai  monti Appalachi su una strada panoramica mozzafiato, la Blue Ridge Parkway. Volendo dividere in due il viaggetto ecco che ci fermiamo a circa metà strada. L’albergo lo abbiamo prenotato al volo da internet ieri sera senza guardare i feedback di Trip Advisor. Avete presente i motel che si vedono in tv, quelli con le camere che danno sul parcheggio, le prostitute, l’aspetto fatiscente? Ecco, dalla tv non esce la puzza. Dormiremo sognando l’altro pezzo di strada sulle montagne di domani.

Pubblicato in Viaggio di nozze in USA | Lascia un commento

Washington, DC (Day 12)

Oggi a spasso per DC!
Prima tappa National Mall: peccato per la “Reflecting Pool” in ristrutturazione, comunque stare sotto alla enorme statua di Lincoln è a suo modo emozionante. Passando per l’obelisco eretto in memoria di Washington e saltando a piè pari il Jefferson Memorial ci dirigiamo verso la casa di Obama. Facciamo in tempo a scattare le foto e poi salta fuori un poliziotto in bicicletta che urla a tutti di portarsi a più di 200 metri dal recinto.

La scena aveva un che di comico: questo poverino da solo cercava di allontanare un’ottantina di persone che arrivavano da tre direzioni mentre i suoi colleghi in camicia bianca se ne stavano tranquilli vicino alla cancellata. Per fortiuna abbiamo almeno potuto scattare qualche foto senza gli altri turisti davanti.

Non ci perdiamo d’animo e ci dirigiamo verso i musei della Smithsonian che sono per lo più a poca strada dalla casa bianca e sono quasi tutti ad ingresso gratuito! C’era l’imbarazzo della scelta tra storia, arte, scianze naturali, antropologia, ecc. Con il tempo e le energie a disposizione abbiamo infine visitato l’Air and Space Museum e il museo di storia sugli Indiani americani. Tutto molto interessante.

Il caldo e le gambe ci informano che ci resta poca autonomia, ma ancora a sufficienza per superare il Campidoglio e fare un salto alla biblioteca del congresso. La biblioteca (forse) più grande del mondo non potevamo mancarla! La sala di lettura principale è proprio come si vede nei film, ma cosa non lo è qui?

Pubblicato in Viaggio di nozze in USA | 1 commento